Logo del Comune di AltoComune di Alto

I DINTORNI

Il territorio di Alto è posto in un bellissimo contesto paesaggistico. La Val Pennavaire, che prende il nome dall’omonimo Rio, oltre ad essere verdissima, presenta una particolare flora a causa della vicinanza di queste montagne dal mare (appena 25 km. dalla costa ligure).

panorama Alto

Panorama di Alto

Molti sono i sentieri percorribili e le escursioni possibili. Qui di seguito ne proponiamo alcune.


ANTICA VIA DI COLLEGAMENTO FRA ALTO E CAPRAUNA

Dislivello: 315 m. - Durata A/R: 2,30 h. - Difficoltà: facile

Dal parcheggio imboccare la stradina che, in corrispondenza dei lavatoi conduce alla cappella di S. Sebastiano.Da qui proseguire a destra sulla mulattiera che subito scende nel bosco per poi risalire. Il sentiero raggiunge l’Arma della Crosa (uno strapiombo calcareo dove sono stati rinvenuti dei fossili). Proseguendo si raggiunge il gruppo di case diroccate chiamate L’Arma da Via e poco dopo si giunge nei pressi dell’ingresso della Grotta di Taramburla (visitabile solo da speleologi esperti e con attrezzatura adatta). La carrareccia, dopo 200 m., giunge in una vecchia cava di marmo e prosegue fino alla strada asfaltata. Da qui si continua verso sinistra e si arriva alla Borgata Case Sottane. La si attraversa seguendo la stradina in autobloccanti che sale ripida fino alla cappella della Madonna della Neve. Lasciando a destra la cappella, una breve rampa raggiunge la rotabile principale che sale a Caprauna.

La strada passa fra forre e grotte e gode di un panorama di straordinaria bellezza.
Il ritorno si fa seguendo l’itinerario di andata.


MONTE ARMETTA

Fontane

Località Fontane

Dislivello: 830 m. - Durata A/R: 5 h. - Difficoltà: impegnativo

Nei pressi della Madonna del Lago imboccare il sentiero che, verso ovest, sale a mezza costa fino alla Località Fontane (1209 m.). Svoltare a destra e verso nord raggiungere lo sterrato che conduce al Colle di San Bartolomeo dove transita l’Alta Via dei Monti Liguri. Svoltando a sinistra, dopo circa 300 m., si giunge ad un bivio: tenere la destra e, seguendo i segnavia, sulla carrareccia raggiungere Case Piano del Colle dove ha termine la strada. Imboccare il sentiero che  sullo spartiacque verso ovest conduce al Monte Armetta (1739 m .).

Ritorno per l’ itinerario di salita.


DAL COLLE DI SAN BARTOLOMEO AL MONTE GALERO

Fontane

Colle San Bartolomeo

Dislivello: 370 m . - Durata A/R: 4 h - Difficoltà: medio

Dai ruderi della Cappella di San Bartolomeo (1440 m .)  posta sul Colle di San Bartolomeo si procede verso est fino alle pendici del Monte Dubasso. Da qui si continua verso nord - est toccando Rocca della Spina, Truc Berengero e Colle del Prione fino a raggiungere la Costa delle Crose. Da qui si raggiunge la vetta del Monte Galero. L’itinerario percorre un intero tratto dell’ Alta Via dei Monti Liguri.

Ritorno per l’itinerario di salita.

La costituzione del Monte Galero è particolare e geologicamente interessante. Infatti è costituito da sistemi di blocchi e frammenti spigolosi conglobati in un materiale molto più fine. Tali blocchi sono chiamati dai geologi “Brecce del Monte Galero”. La composizione e la forma delle rocce variano tantissimo. La loro formazione risale a circa 150 milioni di anni fa. Lungo i versanti meridionali, sotto la cima del monte, l’erosione ha asportato il cemento calcareo da cui ora spuntano speroni e blocchi rocciosi che rendono uniche le pendici di questa montagna.


Privacy Privacy | Carattere grande Carattere grandeCarattere normale Carattere normale

 2014 Comune di Alto e Informatica System s.r.l.
      C.F e P. IVA: 00399150044